L’emergenza

Il clown di corsia opera anche nelle situazioni di emergenza come terremoti e alluvioni. Prima di recarsi sul luogo si coordina con le varie forze già attive sul territorio interessato dall’evento naturale, come la Protezione Civile Nazionale e la Croce Rossa.

In stretto contatto con gli psicologi presenti nei campi di accoglienza, i dottor clown svolgono il proprio servizio in modo consono al contesto in cui si trovano: una stanza d’ospedale e una tenda di un campo sono due realtà diverse che richiedono canoni d’intervento ben indirizzati.

I nostri clown hanno scelto di intervenire secondo due modalità: scuola del circo e clown di contatto. Durante la scuola del circo, gli attrezzi del giocoliere diventavano lo strumento pedagogico per arrivare all’altro, mentre il “clown di contatto” era necessario per cercare un legame diretto ed empatico con le persone.

Siamo stati presenti in Abruzzo e in Emilia dopo i terremoti del 2009 e del 2012 e nella provincia di Padova in seguito all’alluvione del 2010.


Ecco alcuni articoli correlati: